Solo cose belle

Solo cose belle

Ha vissuto gran parte degli anni delle giovanili continuando a vivere in famiglia, con gli amici di sempre, senza riuscire a trovare spazio in azzurro. Dove Mattia Bottolo è arrivato invece direttamente nel gruppo della prima squadra, diventando in meno di un anno campione d’Europa e del mondo. Prima del grande salto da Padova a Civitanova. «Quando è caduta l’ultima palla della finale con la Polonia la festa è stata vissuta in pieno, eravamo più increduli che all’Europeo ma è stato pazzesco, una gioia inimmaginabile»

Un’onda d’amore per il volley

Un’onda d’amore per il volley

«La nazionale di De Giorgi ha conquistato un’intera nazione, l’ha saputa coinvolgere e avvolgere». Il presidente del Coni Giovanni Malagò traccia un bilancio in chiave pallavolistica al termine di una stagione incredibilmente ricca di medaglie d’oro. Tornando anche sul caso Egonu, certo che Paola tornerà in azzurro ancora più forte e motivata

Penelope sulle barricate

Penelope sulle barricate

È una delle poche atlete che può vantare di aver vinto un premio personale in due edizioni dei Mondiali. Miriam Sylla, il capitano delle azzurre bronzo in Olanda, fa quadrato intorno alla sua squadra ma dice chiaramente come stanno le cose. «Dobbiamo dire di meno e fare di più. Il Brasile aveva negli occhi un fuoco bellissimo da vedere. A noi è mancata quella cosa lì»

State in ascolto

State in ascolto

Le sue mani hanno chiuso la partita che ha assegnato all’Italia la medaglia di bronzo iridata. Poche ore dopo è stata premiata come miglior centrale della manifestazione. Anna Danesi voleva l’oro, ma è la prima a difendere il valore del risultato azzurro. «Il nostro sogno è andato in frantumi ma abbiamo cambiato obiettivo e l’abbiamo raggiunto. Non so quanta gente se ne sia accorta»

Il centro del mondo

Il centro del mondo

Gianluca Galassi è l’antidivo, l’amico della porta accanto. Ma anche il centrale che lavorando in silenzio si è preso la maglia azzurra, ha coronato il sogno di partecipare all’Olimpiade ed è diventato da titolare campione d’Europa e del mondo. Prima di essere premiato come migliore del suo ruolo nella rassegna iridata. Traguardi straordinari che ora vuole raggiungere anche con la maglia di Monza