Vado a prendermi i sogni

Vado a prendermi i sogni

A 27 anni ha rischiato di dover dire addio alla pallavolo. Il suo fisico non gli dava tregua e il dolore lo aveva costretto a rinunciare alla convocazione in nazionale. Oggi Jiri Kovar ha trovato un nuovo equilibrio, è diventato papà durante il lockdown e ha dato la sua disponibilità al Ct Blengini per tornare in azzurro. «Ci siamo dati appuntamento ad aprile e lì valuteremo. La promessa è ancora valida ma molto dipenderà da quanto giocherò»

Sfide e scintille

Sfide e scintille

Aveva scelto la serie A2 per non stare troppo tempo in panchina e a suon di schiacciate messe per terra si è ripresa un posto da protagonista nel massimo campionato. Vittoria Piani e Trento sono tra le più belle sorprese di inizio stagione. «Il livello è davvero impressionante e l’obiettivo resta la salvezza… divertendoci. La nostra forza è la faccia tosta»

La lupa

La lupa

La lunga parentesi italiana di Jovana Stevanovic sembrava essere conclusa poi è arrivata la chiamata di Busto e la centrale ha detto sì. Per provare a sorprendere ancora con il carattere che ha portato la sua Serbia sul tetto del mondo. «Non ho un bel rapporto con il Ct Terzic e ho deciso di rinunciare alla nazionale. Tengo moltissimo alla mia bandiera e al mio Paese ma non penso di tornare»